Un gatto un po’ “energico”

18 Mag , 2020

Gatto maschio castrato comune europeo 5 anni. Nato da una gatta randagia che aveva partorito nel giardino dei futuri proprietari di Gennarino e separato dalla madre precocemente (50 giorni) per evitare che venisse nascosto. Gennarino da allora ha sempre vissuto in appartamento con accesso ad un balcone, vive con il suo proprietario.

Il gatto è sempre stato poco incline alle manipolazioni e poco incline al contatto con l’uomo. Verso i 3 anni ha iniziato a manifestare forte aggressività sia verso il proprietario sia verso la persona che si occupa della pulizia della casa: veri attacchi per allontanarli cioè graffi e morsi
ripetuti preceduti da vocalizzazioni e postura con pelo irto pupille in miosi rigidità degli arti.

Ricostruendo l’accaduto, il fattore scatenante potrebbe essere stato l’eccessivo avvicinamento della governante alla cuccia di Gennarino, avvicinandosi con l’aspirapolvere in funzione e mentre il proprietario cercava bruscamente di spostare il gatto. Gli attacchi sono diventati sempre più ravvicinati nel tempo e sempre più aggressivi (alcuni punti di sutura per proprietario e governante), il proprietario non poteva avvicinarsi o cercare di abbracciarlo.

Il proprietario non aveva la sufficiente disponibilità di tempo per essere seguito da un Collega comportamentalista quindi sulla base delle mie conoscenze ed anche grazie al vostro percorso, ho impostato una terapia di rieducazione, integrazione con Zylkene, uso di feromoni

Rieducazione: creare una zona di comfort per Gennarino, limitare rumori, luci intermittenti… dedicare al gatto dei momenti di gioco legati alla ricerca di oggetti, risoluzione di giochi di logica via via sempre più complessi.

Zylkene: 15 mg/kg due volte al giorno per i primi 15 giorni poi una singola somministrazione sempre allo stesso dosaggio per tutta la durata della rieducazione. Facilmente somministrabile e gradito al gatto che già dopo 7 giorni si mostrava meno aggressivo.

Feromoni: diffusore ambientale utilizzato per 1 mese poi sospeso per sospette crisi respiratorie del proprietario.

In circa 5 mesi Gennarino aveva ridotto gli attacchi, tollerava la governante ed era tornato a dormire vicino al padrone che malauguratamente ha deciso di interrompere l’integrazione per mancanza di tempo, scatenando nuovamente manifestazioni aggressive che si sono ridotte dopo altri 21 giorni con Zylkene (15mg/kg mattina e sera) terapia tuttora in corso riducendo ad una sola somministrazione l’integratore.

D.ssa Annalisa Morasso